Italiano  
Il carrello è vuoto

Le piante Depurative

Le stagioni di mezzo, ovvero il cosiddetto cambio di stagione, sono il momento migliore dell'anno per quelle che la tradizione popolare definisce "le cure depurative". Infatti è proprio durante il passaggio dalla stagione calda a quella fredda e viceversa, che l'organismo avverte l'esigenza di smaltire le tossine accumulate, di "ripulirsi" per affrontare nel migliore modo il cambiamento climatico e la diversa alimentazione che esso comporterà.

La Natura stessa, in questi periodi dell'anno, offre verdure ed erbe spontanee, con caratteristiche depurative. Fra tutte basta ricordare il Tarassaco, in molte regioni chiamato anche insalata matta, che moltissime persone amano raccogliere nei prati a Marzo e consumarlo in insalata.



Oggi le erbe officinali possono essere reperite con facilità in Erboristeria sia come piante secche per infusi che in preparazioni già pronte e concentrate come gli Estratti. Fra le piante maggiormente utilizzate per le loro proprietà disintossicanti ricordiamo:
  •  Cicoria, Piantaggine, Bardana note da tempo per la loro azione depurativa,
  •  Rosmarino, Cardo mariano, Elicriso, che aiutano dolcemente il fegato a disintossicarsi,
  •  Betulla, Ortica,  Tarassaco, che drenano i liquidi e stimolano il ricambio.
Le depurazioni andrebbero portate avanti almeno per 20 giorni o meglio ancora per un mese.

Potete utilizzare buoni infusi da bere durante la giornata (da mezzo litro ad un litro il dì) oppure, se  non avete “voglia” di bere tisane o il vostro stile di vita e lavoro ve lo impedisce, sfruttare la praticità degli Estratti, veri concentrati, da usare a gocce 2 o 3 volte al giorno. Solo dopo esservi “ripuliti” potrete passare all’uso di prodotti naturali tonici ed energetici per vivere la nuova stagione in piena forma.


spacer
Effettua la registrazione a PayPal e inizia ad accettare pagamenti tramite carta di credito immediatamente.